Posted on Lascia un commento

Rischi in Agricoltura. Sicurezza ed adempimenti obbligatori

I rischi in agricoltura rispondono a categorie molto diverse e possono riguardare sia eventi
infortunistici sia casi di malattie professionali.

A riguardo, si parla di rischi specifici poiché variano a seconda della tipologia di azienda agricola,
della struttura dell’ambiente e dei macchinari presenti, oltre alle sostanze utilizzate o prodotte.

Di seguito un elenco dei rischi specifici che generalmente vengono presi in considerazione:
• rischio stress lavoro correlato;
• rischio biologico;
• rischio chimico;
• rischio postura e mmc;
• rischio incendio;
• rischio rumore;
• rischio da utilizzo attrezzature;
• rischio vibrazioni;
• rischio Radon.

Per le aziende agricole con almeno un dipendente (con contratto di qualsiasi tipo) o con uno o più
soci lavoratori, la responsabilità degli adempimenti per la sicurezza sul lavoro in agricoltura
ricade sul Datore di Lavoro, che in caso di controlli dovrà essere in possesso di:

DVR : stesura del documento dei rischi generali e dei rischi specifici (rischio di incendio, rumore,
rischio chimico e vibrazioni, etc), nonché valutazione del rischio gravidanza e minori; inoltre dovrà
essere nominato un Medico Competente (MC), un RSPP e degli incaricati per l’attuazione delle
misure di prevenzione incendi, primo soccorso e gestione delle emergenze (con relativi attestati di
formazione).

Dovrà anche essere garantita la Sorveglianza Sanitaria ai lavoratori;

  • verbale di consegna dei dispositivi personali di protezione (calzature, guanti, protezione per il
    rumore, maschera con filtro, etc.)
  • registro infortuni (mod. aggiornato alla normativa vigente) vidimato dalla ASL territorialmente
    competente;
  • contratti d’appalto o di prestazione d’opera con relativi DUVRI ( Documento Unico
    Valutazione Rischi Interferenti) nel caso di affidamento a ditte terzi di lavori all’interno dell’area ;
  • piano d’emergenza aziendale con le misure da attuare in caso di lotta antincendio e di
    evacuazione dei lavoratori in caso di pericolo grave ed immediato, che andranno commisurate alla
    natura dell’attività, alle dimensioni dell’azienda e al numero di persone presenti.

Nel caso l’azienda tratti prodotti destinati al consumo (come carne, latte, frutta e ortofrutta, verdure e prodotti vari) dev’essere in possesso del manuale di autocontrollo HACCP. Il datore deve anche svolgere un corso specifico, periodiche analisi di laboratorio sugli alimenti e manovre di disinfestazione e derattizzazione.

Oltre alla parte documentale, vi sono poi alcune misure di prevenzione dei rischi nelle aziende agricole da attuare:

  • ambienti di lavoro sicuri e igienicamente idonei;
  • informazione, formazione e addestramento dei lavoratori sui rischi;
  • formazione per abilitazione alle macchine e attrezzature;
  • dotazione dei dispositivi di protezione e marcatura CE su macchine e attrezzature ;
  • cassetta di primo soccorso (di grandezza variabile, in base al numero di addetti presenti);
  • estintori (numero variabile secondo la grandezza dei locali).

Formalmente il DVR deve essere elaborato:

TEMPI ELABORAZIONE DVR
per “nuove Imprese” entro 90 giorni;
per “modifiche” entro 30 giorni,
ma “tecnicamente” tali termini si riducono a “immediato”

Video esplicativo realizzato in seguito ad un’indagine conoscitiva sulla percezione del rischio per la salute e sicurezza in lavoratori immigrati, che operano nel territorio mantovano e cremonese.

Il video rappresenta un utile supporto alla formazione e informazione relativamente ai principali rischi presenti nel settore agricolo. Per DVR e Formazione vi rimandiamo al negozio. Compilate i campi e sarete ricontattati.

Condividi
error
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *